fbpx

Covid19 e locazioni

Stiamo, come tristemente noto, attraversando un momento particolare e molti Conduttori si stanno interrogando sul pagare o meno i canoni di locazione degli immobili in uso.

Le attività sono state bloccate con decreto delle Autorità dunque ciascun Conduttore si vede – costretto – a sospendere la propria attività per “cause di forza maggiore” e non per propria colpa, ma nonostante questo arriverà il momento in cui il Locatore esigerà il pagamento del canone dovuto, in quanto forma di proprio sostentamento.

Cosa fare?

L’immobile rimarrà di fatto inutilizzato, il Conduttore è impossibilitato allo svolgimento della propria attività, pur detenendone titolo, chiavi e dunque possesso, mentre il Locatore potrà far leva su ciò ma, sia chiaro, nessun’altra attività vi potrebbe essere svolta in queste condizioni e dunque non si trova a rinunciare ad una eventuale alternativa.

Il Conduttore potrà invocare il combinato disposto delle norme del codice civile di cui agli artt. 1218 (non responsabilità nel ritardo della prestazione a causa dell’impossibilità non imputabile al debitore), 1256 (impossibilità sopravvenuta), 1258 e 1464 (riduzione della prestazione per prestazione parzialmente impossibile), e con una comunicazione formale a mezzo raccomanda A/R potrebbe richiedere la sospensione del versamento, il canone resta “congelato” ed il conduttore non sarà tenuto ad alcun versamento per interessi od oneri accessori, ma sarà tenuto comunque ad adempiere all’obbligazione quando il DPCM verrà meno, a condizioni e modalità da concordare (rateizzazione, versamento a stralcio, accesso a contributi governativi attualmente in discussione) o la riduzione del canone, è possibile, successivamente all’invio della comunicazione che chiede la sospensione, contrattare con il locatore una soluzione bonaria per il dimezzamento del canone, per tutta la durata del fermo attività, senza che al termine del periodo si sia accumulato un debito.

La materia è molto discussa e complessa, in attesa di provvedimenti che, da un lato, autorizzino la sospensione del pagamento dei canoni di locazione in favore di aziende, imprenditori, associazioni le cui attività sono stato sospese e, dall’altro,  la sospensione del pagamento delle imposte sulle locazioni anche per i Proprietari che subiscono il mancato introito, invitiamo le Parti, Conduttori e Locatori, a contattarsi e a condividere le proprie preoccupazioni, cosi da trovare una soluzione bonaria.

Restiamo come sempre a vostra disposizione per fornirvi la consulenza necessaria, #restateacasa e tutto passerà nel più breve tempo possibile.

Confronta gli annunci

Confronta
error: Contenuti protetti. Vietata la riproduzione.
Scrivi...
1
Ciao!
Come possiamo esserti di aiuto?